Costruzione strade

2P Asfalti vanta una lunga esperienza nella costruzione di nuove strade, operando su tutto il territorio comunale di Roma, incluso centro storico, oltre che in tutto il territorio nazionale.
Ogni nuova realizzazione viene garantita negli anni, grazie all´utilizzo di materiale di prima qualità, acquistato direttamente dalle principali aziende produttrici Italiane ed alla elevata professionalità e competenza del nostro personale tecnico, qualificato e costantemente aggiornato.

La costruzione di una nuova strada comporta una serie di attività propedeutiche alla sua realizzazione. Di seguito ci soffermiamo su quelle che risultano essere le più significative ed indispensabili, relative alla determinazione della consistenza del terreno ed al futuro utilizzo della strada.

Studio del terreno

Viene analizzato, dal punto di vista geologico, il terreno su cui dovrà nascere la nuova strada. Sulla base di questa prima analisi verranno stabilite le procedure successive per la sua realizzazione.

Studio del sottofondo

Attraverso azioni di carotaggio, ed il successivo studio della stratigrafia del terreno, viene stabilita la consistenza del terreno sulla base della quale viene determinato il materiale da utilizzare e l´altezza dello scavo da effettuare.

Altre valutazioni

Oltre agli studi precedentemente illustrati, per la costruzione di una strada vengono tenuti presenti altri fattori quali:
la frequenza di utilizzo, le sue dimensioni, la morfologia del terreno su cui verrà realizzata, la presenza di alberi ai margini della carreggiata, il dislivello da colmare, la sua esposizione agli agenti atmosferici principali (sole, pioggia, gelo).

Come è fatta una strada

Una strada è formata da diversi strati definiti pavimentazione stradale, di cui il più conosciuto è il cosi detto manto stradale. Lo stesso viene posato sopra base stradale che a sua volta viene sorretta dalla fondazione e sottofondazione.

Ubicazione nella struttura
Materiali utilizzati
Asfalto / impermeabilizzante
Asfalto / bitume stabilizzante / cemento stabilizzato / granulare
Bitume stabilizzato / cemento stabilizzato / granulare
Cemento stabilizzato / granulare / materiale in situ

Asfalto o manto stradale

Superficie che riveste la struttura della pavimentazione a contatto diretto con lo pneumatico.
Una sua corretta realizzazione sarà a beneficio dell’automobilista in quanto dovrà ridurre al minimo le sollecitazioni trasmesse dal carico delle ruote oltre a fornire una corretta aderenza nelle curve anche in presenza di forti pendenze.

Deve possedere le seguenti proprietà:
- elasticità, per far fronte alle variazioni termiche,
- resistenza e durata, per far fronte all’azione continua degli agenti atmosferici (sole, piaggia, gelo).

Struttura

La struttura di una strada riveste un ruolo fondamentale in quanto ha il compito di trasferire il carico dal manto al sottofondo.

E’ composta da strati diversi di materiale aventi caratteristiche di resistenza differenti.

Lo strato superiore deve distribuire il carico che riceve dalla parte superiore su un’area più ampia dello strato sottostante.

Per la sua realizzazione vengono usati materiali elastici e resistenti alle sollecitazioni come pietrisco, ghiaia, materiali stabilizzati e asfalto.

Sottofondo

Parte inferiore a contatto col terreno di appoggio.

E’ il volume di terra al di sotto della pavimentazione stradale dove sono apprezzabili gli effetti delle sollecitazioni prodotte dai carichi veicolari, per questo deve garantire buone condizioni di portanza nelle diverse condizioni ambientali.

E’ necessario considerare le caratteristiche di resistenza di tale materiale in quanto determina il grado di distribuzione del carico di superficie in modo tale che venga sorretto senza provocare alterazioni sul manto stradale.

E’ indispensabile effettuare interventi di manutenzione ordinaria onde evitare interventi di ripristino più costosi ed invasivi con il blocco del traffico.

Fasi realizzative per la costruzione di una strada

Le fasi realizzative di un nuova strada sono le seguenti:

Scavo

La prima fase di lavoro per la costruzione di una strada consiste nello sbancamento in corrispondenza di tutto il suo tracciato. La quantità, di materiale da rimuovere viene stabilita durante la fase progettuale tenendo presente il risultato dello studio del terreno.

Stesura del fondo

Una volta terminata la fase di scavo è necessario procedere con la creazione del fondo e sottofondo stradale. Tramite l´utilizzo di ruspe viene effettuato un primo spianamento del terreno su cui poi si procederà, tramite la stesura di cemento o bitume granulare stabilizzato alla produzione id strati di sottofondo che dovranno essere perfettamente livellati e compattati.

Tale strato della strada riveste una elevata importanza in quanto dovrà supportare tutto il carico di lavoro e la relativa pressione del traffico.

Stesura stabilizzato

la stesura dello stabilizzato serve appunto per stabilizzare la strada. Viene utilizzato un conglomerato di terra naturale , che può essere la stessa precedentemente rimossa durante la fase di studio del terreno, mista a stabilizzato di vaca miscelato con dei catalizzatori.

Sulla base del suo spessore viene determinata la resistenza ed il grado di distribuzione del carico di superficie.

Posa in opera del conglomerato bituminoso

Durante questa fase vengono applicati più strati di conglomerato bituminoso tramite il macchinario vibrofinitrice stradale.
Sono previsti interventi manuali, effettuati tramite l´ausilio di attrezzature come pale e rastrelli solo nei punti in cui il macchinario non riesce ad operare, ad esempio in prossimità di tombini o vicino ai cigli del marciapiede.

Terminata la fase di stesura del conglomerato sarà necessario procedere al suo livellamento tramite l'ausilio di specifici macchinari.

Costruzione strade

Attrezzature utilizzate

Trattore Scania
Finitrice Vogele 800